Polo Italiano cinofilia atletica

Descrizione immagine

Gli angoli del Pitbull Giovanni Mazzone

Osserviamo le caratteristiche degli angoli nella loro posizione corretta.

Quando parliamo di angoli come di proporzioni, posizionamento degli arti, appiombi ed altro, stiamo trattando argomenti di enorme rilevanza perché questi fattori potrebbero determinare la sopravvivenza del nostro cane se vivesse in natura.

Nelle mostre di bellezza mi imbatto spesso in ragazzi che non hanno ancora molto chiara la visione corretta degli angoli del nostro Pitbull.

Un cane anatomicamente corretto ha dei grandi vantaggi funzionali nella sua vita, e il movimento del suo corpo gli permetterà di ottenere maggiore: forza, equilibrio, scatto, elasticità, velocità e resistenza.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Un cane anatomicamente scorretto invece avrà dei sacrifici maggiori da sopportare per la sua sopravvivenza e incorrerà più facilmente in debolezza come movimenti lenti e dispendiosi.

Non dobbiamo dimenticare che il cane è un animale, e che come tale dovrebbe vivere in natura, quindi deve essere in grado di sopravvivere cacciando e lottando, ossia avere un movimento fluido e corretto che gli consenta di ottenere maggiore forza, velocità ed elasticità con minore dispendio di energie.

Il Pitbull, a mio avviso, è uno degli animali costruiti anatomicamente nella forma migliore tra le razze canine, la sua struttura di fatto gli permette di avere una meccanica articolare di grande valore nel mondo animale, esprimendo doti innate come: elasticità, forza, resistenza e velocità; per non parlare di coraggio.

Un giudice cinofilo e un allevatore coscenzioso devono approfondire l'aspetto anatomico sotto il profilo della funzionalità, ed esaminare sempre il movimento dei soggetti a disposizione per selezionare quelli più corretti.

Gli angoli principali, quindi quelli che riguardano i movimenti più importanti e le funzionalità principali sono:
- angolo scapolo-omerale;
- angolo coxo-femorale;
- angolo femore-tibiale;
- angolo tibio-tarsale o tarsico.

Ogni cane in base alla sua estrazione o razza ha una conformazione anatomica specifica degli angoli. Ecco che la scapola in un galoppatore non può essere come quella di un cane da presa, quindi sarà forte e ben muscolosa, ma i suoi muscoli non dovranno essere spessi e prominenti perché lo appesantirebbero, ma piatti e lunghi, caratteristiche che portano i muscoli ad  avere una capacità di contrazione maggiore e anche un minore dispendio di energie.


Gli angoli di un cane quindi ricoprono tra le altre caratteristiche un ruolo di grande importanza per il movimento e la funzionalità e vanno osservati sempre con attenzione. Un angolo andrebbe apprezzato quando il cane è in piedi nella sua posizione di naturale di attenzione, oppure in movimento. La dinamica del movimento di un cane si divide in flessione (quando l'arto viene spinto in avanti) e estensione quando ritorna indietro compiendo una falcata completa. In questa fase di movimento possiamo osservare come si comporta l'articolazione e trarre informazioni sul posizionamento degli angoli e degli appiombi.

ANGOLI ANTERIORI
Gli angoli anteriori del nostro Pitbull vanno osservati secondo la linea perpendicolare di appiombo (con il suolo) che si traccia dalla spalla per scendere al suolo fino a toccare la punta della zampa (con angolo del metacarpo mai superiore a 175°). RAPPRESENTAZIONE A (figura 1°).
Nella rappresentazione A abbiamo degli esempi di angoli NON PREFERIBILI; Figura 2°linea perpendicolare che termina su metacarpo quindi movimento comporomesso e metacarpo debole - Figura 3° linea perpendicolare che termina avanti al metacarpo e spalla arretrata con omero troppo lungo - Figura 4° linea perpendicolare che termina avanti al metacarpo, con metacarpo corto e rigido, quindi compromissione della funzionalità articolare.

Descrizione immagine

ANGOLI POSTERIORI
Gli angoli posteriori del nostro Pitbull vanno osservati secondo due linee perpendicolari al suolo: quella di appiombo e quella del garretto RAPPRESENTAZIONE B (figura 1°). Entrambe queste linee, osservate in una prospettiva laterale, sia in movimento che in posizione di "ferma in attenzione (quando il cane è dressato, all'impiedi)", devono formare un angolo di 90°+- con il suolo.
L'angolo tra il femore e la tibia/perone dovrebbe essere compreso tra 120 e 130 gradi +-, mentre quello tra la tibia/perone e il metatarso dovrebbe misurare circa 130°.

Ricordo che queste proporzioni sono fondamentali per garantire un movimento fluido e armonioso, ma offrono anche forza, scatto e una resistenza maggiore con il minimo dispendio di energie.

Descrizione immagine

INTERESSANTI CURIOSITA' SULLE MISURAZIONI

    La misurazione dell'altezza si fa con il CINOMETRO che misura la STATURA (ALTEZZA AL GARRESE).
Con altri strumenti come metro morbido, nonio e compasso, si fanno altre misurazioni come:

-    Lunghezza totale della testa - Dall'apofisi occipitale esterna al margine supero anteriore del tartufo.
-    Lunghezza del cranio - Dall'apofisi occipitale alla depressione naso frontale, i due angoli nasali degli occhi.
-    Larghezza del cranio - Dal margine esterno dell'arcata zigomatica all'altra.
-    Lunghezza del muso - Dalla linea orizzontale dei due angoli nasali degli occhi al margine supero-anteriore del tartufo.
-    Altezza della faccia - Dalla linea superiore della canna nasale alla commessura labiale in certe razze, al profilo inferiore della mandibola in altre.

-    Lunghezza delle orecchie - Dalla loro inserzione sul cranio al loro apice.
-    Altezza del costato - dalla sommità del garrese al margine più basso dello sterno.
-    Larghezza del costato - la parte più convessa delle costole.
-    Profondità del costato - dal manubrio dello sterno alla penultima falsa costa.
-    Larghezza del tronco- dalla punta dello sterno alla punta delle natiche.
Il METRO a nastro serve per misurare:

-      Perimetro toracico - Circonferenza del costato dietro ai gomiti nella parte più convessa .
-    Lunghezza del collo - Dalla nuca al garrese con collo in distensione.
-    Perimetro del collo - Deve essere metà della sua lunghezza.
-    Perimetro della testa - Circonferenza della testa misurata a livello delle arcate zigomatiche.
-    Lunghezza del tronco - Misurata dalla punta dello sterno alla tuberosità ischiatica.
-    Altezza dell'arto anteriore - Misurata dal gomito a terra.
-    Altezza del garretto - Dalla sommità del calcagno a terra.
-    Lunghezza della coda - Va misurata dall'inserzione della coda alla punta.



CIT: Vivi come un Pitbull, con il cuore e senza invidia, senza tradimenti e con grande lealtà! Fiero di te e sempre a testa alta.


1
2
3
4
5