Polo Italiano cinofilia atletica

Descrizione immagine

IL FORUM DI FIPKEN PER DARE RISPOSTA ALLE VOSTRE PERPLESSITA'

Compila il form infondo alla pagina e lascia la tua domanda che resterà inserita come esperienza per tutti gli appassionati.

SE CERCHI UNA DOMANDA O UN ARGOMENTO IN PARTICOLARE INSERISCI PAROLA NEL CAMPO CERCA

( i consigli di Fipken non prescindono da una visita veterinaria e da un parere tecnico di uno specialista)


CONSULTA ANCHE LA NOSTRA SEZIONE GUIDA E ARTICOLI

TIPO IPERTIPO E IPOTIPO nel Pitbull

Pasquale Arimini

Ciao Giovanni volevo chiederti quando I nostri amici pelosi cambiano pelo per quanto tempo dura la perdita di pelo? Perche mi sembra che lo perde da un bel po di tempo.e un altra cosa per rinforzare il pelo cosa gli posso dare?? Gli do anche l`uovo bollito una volta a settimana.grazie per l`aiuto

FIPKEN
Ciao Pasquale, come tanti sanno i cani hanno un processo di sostituzione del pelo che viene chiamato muta, in cui il cane perde i peli morti nel corso dell’anno. Alcuni cani lo fanno in maniera scadenziata (dipende da tanti fattori tra cui razza, clima, condizioni fisiche ecc), ma gli studi scientifici hanno purtroppo dimostrato che a volte questo fenomeno non ha letteralmente alcuna spiegazione, nel senso che non si è riuscito a trovare una relazione tra un evento e la manifetsazione della perdita di pelo. Comunque sia generalmente è di tipo funzionale (nel senso che serve al cane per rinnovare la peluria che poi lo proteggerà in futuro), ma in altri casi le mute sono “anomale”, quindi dovute ad alternate condizioni di salute o a mutate condizioni ormonali, anche fisiologiche (per esempio gravidanza e parto).Contro il fenomeno della caduta funzionale non si può fare molto, ma contro la caduta anomala (che è quella che spesso capita durante l'anno e dipende da condizioni esterne come alimentazione errata, microrganismi, ecc E ANDREBBE APPURATA E VERIFICATA DA UN VETERINARIO), possiamo adottare numerose strategie di conservazione.

Per avere un pelo lucido e in buona salute può essere molto utile:
Nutrirlo con alimenti (anche se secchi), di buona qualità e senza grosse percentuali di mais e cereali.
Aggiungere alla dieta del cane, una o due volte a settimana un poco di verdura al vapore sminuzzate o una volta a settimana massimo un uovo lesso.
Due volte alla settimana aggiungere un cucchiaio da cucina (dai 6 mesi in poi e sempre su parere veterinario), di olio di fegato di merluzzo, ricco di:

Vitamina A
Azione epitelio protettiva a livello degli occhi, della cute, delle mucose e del sistema immunitario. Maggiore resistenza alle infezioni delle vie respiratorie; buona azione antiossidante.

Vitamina D
Aumentato assorbimento del calcio a livello intestinale, con ripercussioni positive sulla formazione delle ossa e sulla crescita.

Vitamina E
E' un antiossidante molto importante.

Iodio
Essenziale per il corretto funzionamento della tiroide.

Omega tre
Sviluppo e funzionalità del cervello, della retina e del tessuto nervoso in generale; hanno azione ipotrigliceridemizzante, antitrombotica ed antinfiammatoria; sono quindi particolarmente utili per i cardiopatici (preservano l'elasticità e la salute delle pareti arteriose) e migliorano l'efficacia del sistema immunitario.


Marcella Paglionico 21.06.2014.

Davvero complimenti per questo sito che è unico in Italia ma forse anche in Europa (continuate così perchè le persone che fanno polemica lo fanno perchè mai riuscirebbero a fare quello che voi avete fatto).

La mia domanda è questa: "Perchè il colore Merle porta alla squalifica del cane? - Ci sono dei motivi genetici o è solo un colore non preferito? Grazie mille


Fipken

Gentile Marcella ti ringraziamo per i complimenti, noi cerchiamo di mettercela davvero tutta per il bene della razza.

Il colore Merle non è discriminato per motivi legati alla colorazione esterna, perchè il vero problema risiede nella genetica del cane e quindi in una serie di conseguenze che si riperquoteranno nella sua vita.

Il colore Merle che può presentarsi in qualsiasi razza e che di fatto si manifesta in diverse razze (alani e moltissimi cani da pastore), consiste in una depigmentazione parziale della melanina. L’effetto è quello di produrre mantelli grigiastri con macchie più scure a contorno strappato di colore variabile a seconda della base su cui agisce. Nella genetica di un cane Merle vi è un  fattore denominato con il simbolo M, che è associato alla colorazione del mantello di tipo "merle". L'allele M in condizioni di omozigosi MM ha un effetto pleiotropico negativo sugli organi della vista e dell'udito, e spesso a lungo andare li danneggia definitivamente.
L'effetto dell'allele M e quindi del colore Merle, su alcuni soggetti e in alcune fattispecie, può risultare diverso se consideriamo il mantello blu-merle del Collie (MM) ed il mantello bianco con macchie nere irregolari dell'Alano arlecchino (MM biancone) ambedue opera dello stesso gene.
Nel Collie l'allele M induce variazioni di colore che da nero diventa blu. Nel Collie blu-merle il colore di fondo delle aree modificate da M è grigiastro. Nell'Alano il mantello merle, che è grigio a macchie non viene riconosciuto dallo standard.
I cani eterozigoti Mn per questo fattore hanno il mantello "merle" e spesso presentano l'iride bianca ma per il resto sono apparentemente normali.
Secondo Arnoldo Sorsby in nessun soggetto a mantello blu-merle si riscontra la presenza di un tappeto lucido di normale aspetto. Vale a dire che nei cani a mantello blu-merle le anomalie a carico del tappeto lucido sono costanti.


La particolare sensibilizzazione a scartare il merle consiste nella potenziale possibilità che allevatori senza scrupoli facciano accoppiare MERLE con MERLE, il che sarebbe con una buona percentuale una condanna a soffrire per i cuccioli.


Davide Mennella 20.06.2014.

Salve, posso portare il mio cane in treno?


Fipken

Ciao Davide, questo che riportiamo è il regolamento di TRENITALIA, sotto troverai anche il link per maggiori informazioni.

TRASPORTO DEL CANE IN TRENO:

 Treni Nazionali

Puoi trasportare gratuitamente cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia, alle seguenti condizioni:
Il trasporto è ammesso nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni e nei livelli di servizio Executive, Business, Premium e Standard. Gli animali devono essere custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori che alle vetture.
Nel caso di treni effettuati con materiale ETR 450 il contenitore va tenuto sulle ginocchia. E’ consentito un solo contenitore per ciascun viaggiatore.
A bordo delle carrozze a cuccette, vagoni letto, e vetture Excelsior, devi acquistare il compartimento per intero (escluso il cane guida per i viaggiatori non vedenti). 
Nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l’accesso agli animali (fatta eccezione solo per il cane guida dei non vedenti)

Puoi trasportare un cane di qualsiasi taglia alle seguenti condizioni:
Puoi portare un cane di qualsiasi taglia su tutte le categorie di treni nazionali, in prima e seconda classe e nei livelli di servizio Business e Standard. Sono esclusi il livello di servizio Executive, Premium, l’Area del silenzio, i salottini e le carrozze ristorante/bar. Per il trasporto del cane devi acquistare presso qualsiasi Biglietteria o Agenzia di viaggio abilitata (escluse le agenzie web) contestualmente al tuo biglietto (di qualsiasi tipologia), un biglietto di seconda classe o livello Standard al prezzo Base previsto per il treno utilizzato ridotto del 50%, anche per i viaggi in prima classe e nel livello di servizio Business. Non è previsto il rilascio in appoggio ad un biglietto senza garanzia del posto.
Devi sempre tenere il cane al guinzaglio e munito di museruola.
A bordo delle carrozze a cuccette, vagoni letto e vetture Excelsior, devi acquistare un biglietto alla tariffa ordinaria n. 1/Espressi di seconda classe ridotta del 50%. E’ inoltre sempre richiesto l’acquisto dell’intero compartimento. Fuori dal compartimento devi tenere il cane al guinzaglio e munito di museruola.
Il cane guida per viaggiatori non vedenti è ammesso gratuitamente su tutte le categorie di treni, classi o livelli di servizio e nelle carrozze ristorante/bar. Per tali cani non è, inoltre, previsto l'obbligo dell'acquisto dell'intero compartimento cuccette, VL o Excelsior.
In tutti i casi, per il trasporto del cane di qualsiasi taglia devi sempre avere il certificato d’iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cittadini stranieri, il passaporto in sostituzione di entrambi i documenti). Tale obbligo non è previsto per il cane guida per viaggiatori non vedenti.

Cambio della prenotazione e del biglietto
Puoi effettuare il cambio della prenotazione e il cambio del biglietto per il trasporto del cane solo se:

previsti per il tuo biglietto e nei limiti temporali dello stesso; li richiedi insieme al tuo titolo di viaggio e per treni che ammettono il trasporto del cane.
Rimborso
Puoi ottenere il rimborso del biglietto per il trasporto del cane solo se:

previsto per il tuo biglietto e nei limiti temporali dello stesso; lo richiedi insieme al tuo titolo di viaggio.
L’importo minimo non rimborsabile (10 euro) è calcolato sull’importo complessivo. Altro

http://www.trenitalia.com/cms/v/index.jsp?vgnextoid=92f91a768004a310VgnVCM1000008916f90aRCRDhttp://www.trenitalia.com/cms/v/index.jsp?vgnextoid=92f91a768004a310VgnVCM1000008916f90aRCRD


Diego Moriggi 16.06.2014.

Ciao innanzitutto complimenti per questo sito e per come state cercando di far capire a tutte le persone com'è veramente il carattere di un pitbull e spero che un giorno nessuno creda più alla storia del "cane cattivo"... Volevo chiedervi se sapete darmi qualche informazione sulla rogna rossa? Al mio cane sono uscite delle croste sul collo e non ho ancora capito se è un problema alimentare o altro..


Fipken

Ciao Diego Grazie per i complimenti.

Per la Rogna rossa abbiamo una pagina dedicata.

Puoi guardare su questo link: http://www.fipken.com/malattie/rogna-rossa



Catia chiedeva se gli integratori sono consigliati in cani con displasia al gomito.


Fipken

Ciao Catia, la displasia canina è una forma disfunzionale delle articolazioni che riguarda le giunture non correttamente alloggiate nelle cuffie per deformazione ossea. di artrite che molti cani di grossa taglia soffrono. Il cane soffre anche di artrite in conseguenza alla problematica in oggetto. Alcuni cani danno segni di displasia tra i 6 ei 18 mesi , ma la maggior parte dei cani ne afferma i sintomi oltre i trentasei mesi (si parla di cani di taglia mediogrande). La patologia é da considerare generalmente di natura genetica, anche se gli esperti consigliano di utilizzare integratori per aiutare i cani con i loro sintomi . Alcuni studi affermano che la vitamina C ad alta concentrazione é alla base di un miglioramento sostanziale quindi ti consigliamo di utilizzarla sotto forma di integratore. Uno studio in Utah ha anche dimostrato che la vitamina C riduce il disagio nei cani affetti da malattie infiammatorie come la displasia. Anche olio di pesce come il merluzzo (ricco di acidi grassi Omega 3), aiuta sensibilmente le infiammazioni articolari.La Glucosamina e la Condroitina sono due integratori utilizzati per trattare l'artrite nelle persone e nei cani da anni. La glucosammina è utile per costruire nuova carillagine, mentre la condroitina rallenta gli enzimi che degradano la cartilagine: si ritengono efficaci integratori per ridurre l'usura generale e la rottura delle articolazioni. In Europa , questi due supplementi sono stati utilizzati per più di 20 anni senza effetti collaterali segnalati . Ti consiglio di utilizzare integratori delle sostanze sopra elencate, ma ti preciso che questi integratori sono migliorativi ma non curativi. Resto a tua disposizione, saluti, Giovanni Mazzone.

De Vita Vincenzo 30.05.2014.

Buongiorno e grazie per le informazioni, vorrei prendere un Pitbull ma ho un bimbo piccolino (due anni), e tutti mi dicono di stare attento e di evitare la cosa assolutamente. Non so a chi credere e come comportarmi.

Potreste darmi una mano.

 

Fipken


Salve Vincenzo, inizierei col dire che il Pitbull è un cane molto equilibrato e gentile soprattutto con i bambini, ma allo stesso tempo è un cane che va seguito e gestito con disciplina, attenzione e determinazione. Generalmente tutti bambini, già dal terzo mese di vita provano interesse e attenzione ai movimenti del cane e lo considerano da subito motivo di gioco e divertimento. In questa fase devi essere molto attento e creare un clima di serenità, diffondendo sempre armonia nella situazione ma restando vigile ad ogni atteggiamento del cane (talvolta il nostro cane giocando irruentemente potrebbe provocare traumi nell’approccio). Un bambino può subire dei traumi abbastanza fastidiosi (un incidente, una morsicatura per gioco, una spinta, una caduta), che lo possono turbare anche per anni, quindi bisogna insegnare al nostro cane le “BUONE MANIERE” (generalmente il pitbull è attento a prescindere a meno che non sia anch’esso cucciolo). Distribuisci sempre l’affetto in maniera da non creare problemi di possessione o gelosia da parte di nessuno e cerca di vivere ogni momento insieme agli altri componenti della famiglia, con sinergia e aggregazione. Un Pitbull in famiglia, soprattutto per i bambini, può rivoluzionare la percezione e l’intelligenza in maniera sostanziale, alimentando amore e spirito di squadra.

I bimbi generalmente hanno con il nostro Pitbull una complicità ed un rapporto di condivisione fuori dal normale, facendone spesso il proprio miglior amico (e questo è perfetto ma va sempre supervisionato, per avere la certezza che sia dall’una che dall’altra parte, non ci siano cattive interpretazioni). Ti consiglio di tenere il cane sempre pulito e curato (evita carezze se hai messo antiparassitari perché i bimbi mettono spesso le mani in bocca). Tuttavia le esagerazioni di pulizia e disinfezione chimica (continui lavaggi, ossessione per proteggere il piccolo dalla vicinanza con il cane , ecc), creano diseducazione e abbassano de difese immunitarie del nostro piccolo.

NON ASCOLTARE LE DICERIE, non esiste un cane che a prescindere non debba stare con un bambino, e il Pitbull è uno degli amici più indicati per te e per tutta la tua famiglia.

Un Pitbull è un fedelissimo compagno per chiunque (ovviamente è indispensabile una certa esperienza e conoscenza della comunicazione).

Personalmente consiglio di avere sempre un cane in casa, per mia preferenza un Pitbull, perché le controindicazioni a mio avviso rappresentano una percentuale irrisoria rispetto ai benefici. Ti invito a seguire anche le tecniche di addestramento proprio per migliorare la comunicazione e a fornire ogni domanda, i nostri educatori sono sempre disponibili ad offrire informazioni per una corretta vita in famiglia.

Antonio Di Costanzo 18.05.2014.

Buonasera, vorrei informazioni sui forasacchi che mi hanno detto siano molto molto pericolosi per i miei cani, abito in campagna e ho paura che possano essere un serio problema. Grazie anticipatamente.


FIPKEN


Fra le tante insidie estive a cui è esposto il nostro cane, c’è quella dei forasacchi che da molti cinofili viene considerata una vera maledizione. In questo periodo una tranquilla passeggiata con il proprio cane in un luogo dove c’è vegetazione (campagna o anche tra le aiuole del parco o giardino che si è soliti frequentare), può trasformarsi improvvisamente in una spiacevole realtà. Dalla constatazione della grave incidenza patologica che la specie canina è costretta a subire ogni anno si può affermare che i forasacchi sono una vera calamità per i cani, tanto che personalmente ritengo sarebbe addirittura opportuno chiamarli foracani. Si tratta di entità vegetali secche che si staccano dalle spighe delle graminacee selvatiche che solitamente sono costituite da diverse decine di forasacchi ed al loro interno racchiudono il seme. Sono di dimensioni molto piccole, da uno a tre centimetri e di colore giallo paglierino, con le ariste più scure che vanno dal marrone al nero. Hanno la caratteristica forma a lancia e sono rivestiti su tutta la superficie da una fitta ed ispida zigrinatura che, anche se quasi invisibile ad occhio nudo, è molto percettibile al tatto. Questa proprietà costituisce la loro vera essenza deleteria. Infatti la loro prima azione patogena è quella di riuscire a penetrare nella pelle del cane provocando spesso profondi tragitti fistolosi. Questo è dovuto proprio a queste ispide particelle, cioè alla superficie dentellata del forasacchi che, a seguito dei movimenti corporei del cane vengono attivate e per inerzia avviene così l’azione di penetrazione che è lenta ed inesorabile, sempre in avanti, senza quasi mai poterne fuoriuscire e causando spesso seri e gravissimi danni. Questo tipo di incidente è sempre in agguato, ma solo durante i mesi estivi, infatti, i forasacchi imperversano quando seccano le erbacce da aprile nelle regioni più calde, fino a tutto ottobre. La casistica, ovvero i punti di rinvenimento dei forasacchi, nel cane è complessa ed infinita. Le parti anatomiche maggiormente esposte alla penetrazione dei forasacchi sono: il condotto uditivo, gli occhi, gli spazi interdigitali, le narici, le loggie ascellari, la regione inguinale, l’interno del prepuzio per i maschi e la vulva per le femmine ed ancora la regione perianale, ovvero sotto la coda. Per quei cani a pelo lungo che vivono in campagna o in giardini incolti, che non vengono mai spazzolati, nè lavati, nè tanto meno tosati, i forasacchi possono impiantarsi contemporaneamente a diecine e centinaia in diverse parti del corpo. Questo perchè si attaccano sul pelo infeltrito e con il trascorrere dei giorni riescono a penetrare nei punti più impensati del loro corpo. (fonte web).

Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine
Descrizione immagine

Sandro 17.05.2014.

Salve vorrei sapere a quanti mesi il Pit termina lo sviluppo fisico il mio ha 17 mesi e pesa 26 cambierà ancora ?? Grazie anticipate.


Fipken

Salve Sandro, spero tu intendessi parlare di un Pitbull UKC, nel qual caso bisogna dire innanzitutto che il Pitbull UKC è un cane di taglia media, che ha quindi una crescita che si protrae generalmente fino al 16esimo / 20esimo mese, ma lo sviluppo non è uguale per tutti i soggetti. Il più delle volte per la nostra esperienza un pitbull ferma la sua crescita scheletrica intorno ai 12/16 mesi, da questo momento in poi perfeziona le caratteristiche muscolari definendo anche parte delle ampiezze, fino a circa 18/22 mesi. Nello specifico vi è una buona probabilità che la tua piccola abbia già terminato la sua crescita (con un buon peso), adesso potrà sviluppare ampiezze e impostazioni con un allenamento libero e adeguato ai suoi limiti.

Stefania Coppola 16.05.2014.

Salve, questo è l’unico sito che offre informazioni professionali sulla razza. Vorrei capirne di più dei metodi utilizzati dagli allevatori per eseguire accoppiamenti, le selezioni, e capire se gli accoppiamenti in consanguineità sono consigliabili oppure no. Grazie


Fipken (Giovanni Mazzone):

Grazie per i complimenti Stefania, per darti un informazione più precisa dobbiamo fare delle distinzioni usando dei termini che possono farci capire meglio l’argomento selezione.

Faremo prima una differenza tra: linebreeding, inbreeding e outcrossing.

Il LINEBREEDING è l’accoppiamento di cani stessa linea, ma con consanguineità più distanti, quindi minimo in quarta generazione. Questo è il più usato in generale dalla grande maggioranza degli allevatori.

L’INBREEDING è l’accoppiamento tra parenti stretti chiamato più semplicemente consanguineità. ESEMPIO: Accoppiamento fratello/sorella o fratellastro/sorellastra o padre o madre/figlia-figlio o nonno/a con nipote. L’INEBREEDING implica un maggior grado di parentela fra i soggetti accoppiati rispetto a quanto avviene nel LINEBREEDING.

L’OUTCROSSING è l’accoppiamento di soggetti che hanno poca (oltre la decima generazione) o nessuna correlazione parentale. La consanguineità genericamente rafforza le caratteristiche morfologiche dei soggetti accoppiati ma ha anche una serie di controindicazioni possibilmente disastrose (se non oprata da professionisti con esperienza comprovata).

FIPKEN SCONSIGLIA SEMPRE DI OPERARE IN CONSAGUINEITA’, SE NON SI TRATTA DI ALLEVATORI CON UNA CONOSCENZA DELLA GENETICA MOLTO AFFERMATA E RADICATA.


I migliori allevatori non si basano mai sulle sole informazioni raccolte dal pedigree ma si premurano di conoscere e valutare personalmente tutti i pregi e i difetti dei cani utilizzati per le selezioni, almeno per tre generazioni.


Approfondiamo

LINEBREEDING:  Il Linebreeding offre agli allevatori la possibilità di pulire velocemente il sangue da eventuali difetti e dare un risultato efficace e duraturo nel tempo. Gli allevatori professionisti accoppiano soggetti con caratteristiche positive molto simili, restringendo il pedigree a poche linee di sangue correlate. La purificazione avviene in tempi molto più brevi rispetto ad altre forme di accoppiamento e consente di esercitare un certo controllo su tutte le caratteristiche, limitandone al minimo la variabilità.

Vantaggi Prevedibilità delle caratteristiche che sono rafforzate per l’accoppiamento di cani imparentati; Velocità di raggiungimento di eventuali caratteristiche selettive sui soggetti prodotti; Forte influenza e dominanza delle caratteristiche dei genitori per la forte parentela. Svantaggi Accoppiamenti effettuati con soggetti scorretti morfologicamente e fisicamente e quindi moltiplicazione dei difetti fino a compromettere anche la vita dei soggetti nati; Elevata probabilità che incompetenti creino soggetti con elevatissima dominanza di soggetti geneticamente “malati”.

INBREEDING:  L’Inbreeding è una pratica molto interessante per fissare delle caratteristiche genetiche in maniera veloce e certa.

Vantaggi:  Rafforzatura delle caratteristiche come per il LINEBREEDING ma spinta ai limiti del naturale; Ottimo strumento per esaltare alcune eccellenze e fissarle fortemente nella genetica; Maggiore probabilità di mantenere la linea di sangue di un soggetto eccezionale, trasmettendola ad altre linee; Se protratto nel tempo può dare nascita ad una razza praticamente pura e all’eliminazione di tutte le eventuali tare genetiche.

Svantaggi:  Possibilità di rafforzare e moltiplicare, ai limiti del naturale, le caratteristiche negative e i difetti genetici, mettendo a serio rischio la vita dell’animale prodotto;  Facilità di cadere in errori di valutazione di allevatori improvvisati o con un esperienza insufficiente, che non essendo in grado di riconoscere i difetti e le tare genetiche di riproduttori in consanguineità, creano dei veri e proprio disastri;  Molti genetisti sostengono che questo metodo porta ad una diminuzione della forza vitale, delle dimensioni e della fertilità, anche se molti allevatori ed esperti lo utilizzano come sistema ideale per esaltare o diminuire le caratteristiche ricercate.

NOTA:  Il primo requisito dell’inbreeding è la partenza con soggetti di qualità superiore: questa selezione non dovrebbe MAI essere attuata da NESSUN allevatore in possesso di uno stock riproduttivo sufficiente o mediocre. Se osserviamo pedigree di cani di livello superiore, spesso si può rilevare che i due soggetti che vogliamo usare per l’accoppiamento hanno almeno un antenato in comune da qualche parte, anzi spesso esiste più di un antenato comune, ed i loro nomi appaiono più volte in uno o in entrambi i pedigree. Spesso si vedono pedigree dove viene ad esempio segnalato un linebreeding ”4-5” o “5-5” su uno o più stalloni, vale a dire in quarta e quinta, o due volte nella quinta generazione.

 OUTCROSSING:  L’outcrossing è l’accoppiamento di due linee completamente diverse nel sangue e non imparentate tra loro (tenete presente che un pitbull, se puro, ha comunque dei richiami in generazioni precedenti). L’OUTCROSSING si configura difficilmente perché si afferma che i soggetti, per un accoppiamento in outcrossing, non dovrebbero essere imparentati neanche in decima generazione.

Sembra che l’OUTCROSSING sia particolarmente interessante se praticato dopo aver praticato un linebreeding o inbreeding, ovviamente con soggetti superiori.

MORALE, riflettete su eventuali accoppiamenti e non vi cimentate in fatti che possono creare svariati problemi. Siamo tutti responsabili del futuro della razza, gestiamo con responsabilità la cosa! SALUTI

PIERO 07.05.2014.

Salve, volevo alcune informazioni per gli show e porre alcune domande sui pedigree.. Gli show si terranno tutti a Napoli? Posso partecipare con uno dei pedigree che e' possibile convertire o devo avere quello fipken? Ho un altro cane che vorrei registrare e volevo sapere se facendolo direttamente in fipken poi posso convertirlo nelle altre associazioni..Un ultima cosa, il mio cane e stato giudicato troppo pesante perché troppo pesante ( 35 kg) e quindi fuori standard e non giudicabile. Come fanno a rilasciarmi un ped per poi dirmi che non e' giudicabile, visto che i cani oltre lo standard in America sono squalificati con bilancia a bordo ring.... E' vero? Che peso dovrebbe avere max?? Scusi ma il peso max non l ho trovato da nessuna pare.. Grazie .

 

FIPKEN

Ciao Piero, cercheremo di rispondere a tutte le domande che hai posto.

Gli Show si terranno principalmente in Campania ma il campionato sarà esteso a tutta l’Italia successivamente.

Per partecipare sarebbe necessario possedere un pedigree Fipken (per inserire un risultato o una vittoria nella classifica), ma possono partecipare comunque tutti i cani anche senza pedigree (che pagheranno una maggiorazione di 4 € sul prezzo normale) ed è possibile anche convertire quello che tu hai con un pedigree Fipken.

Generalmente è difficile che un associazione accetti la conversione di un pedigree fatto con altra associazione, noi lo facciamo con una specifica dichiarazione di responsabilità e con patto che se si scoprisse che l’utente ha dichiarato il falso la cosa sarebbe denunciata e l’utente cancellato e radiato dall’associazione.

Il peso di un Pitbull (credo tu parli di questa razza), è molto importante ma non è un requisito fondamentale (se non eccessivo ovviamente, cosa che tocca anche tante altre caratteristiche) per il giudizio; lo standard imposta delle guide di peso che sarebbero preferibili a parità di caratteristiche, anche se cani più pesanti non sono penalizzati se rispettano le proporzioni e le caratteristiche di funzionalità del pitbull (cosa un pochino difficile per un cane di 40 chili). Non abbiamo informazioni di utilizzo di bilance per l’ammissione o l’esclusione di cani al ring in America.

Marco Cataldo 05.05.2014.

Buongiorno ho una domanda da fare, vorrei sapere se posso tagliare le orecchie al mio cane e se esiste una legge di quale si tratta e cosa dice. Grazie, il sito è bellissimo e finalmente abbiamo un associazione che tratta la passione e non solo i propri interessi.


FIPKEN

Gentile Marco, grazie per i complimenti;

con l’applicazione della legge 4 novembre 2011, amputare per “bellezza”, coda, orecchie, corde vocali, ecc. è diventato reato penale.Quindi chiunque (proprietario, allevatore, detentore, medico veterinario) violi il divieto entrato in vigore sara' punibile per la lesione inflitta, ai sensi dell'articolo 544 del Codice penale (Maltrattamento di animali), con la reclusione da tre a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro''.

Compreso l’articolo 10 che recita:

“1. Gli interventi chirurgici destinati a modificare l’aspetto di un animale da compagnia, o finalizzati ad altri scopi non curativi debbono essere vietati, in particolare:

a) il taglio della coda; b) il taglio delle orecchie;c) la recisione delle corde vocali; d) l’esportazione delle unghie e dei denti.

2. Saranno autorizzate eccezioni a tale divieto solamente:

a) se un veterinario considera un intervento non curativo necessario sia per ragioni di medicina veterinaria, sia nell’interesse di un determinato animale;

Quest’ultimo capoverso rende chiaro il fatto che gli interventi vietati potranno essere eseguiti laddove se ne presenti la necessità medica, quindi in caso di patologie. Molti appassionati di cinofilia, cercano di dare una lettura interpretativa più morbida, quindi considerare interesse di una razza anche la difesa delle sue caratteristiche morfologiche “ACCESSORIE”, tuttavia il divieto è rigido e perentorio.

Carlo Mesti

Salve come posso aiutare il mio cucciolo che è in crescita a raddrizzare una zampetta che pone un pochino storta. Grazie per la risposta.


FIPKEN

Buona sera Carlo, dai tre mesi e mezzo in poi ti consigliamo di integrare con un condroprotettore tipo MESOFLEX, per irrigidire le articolazioni e migliorare la problematica sensibilmente. Oltre a questo ti consigliamo passeggiate sulla sabbia e un buon alimento che sia completo e bilanciato, quindi non carente di calcio.

Mattia Di Gregorio

Buongiorno, potreste per cortesia aiutarmi con la mia cucciola che sembra essere prognata già a tre mesi, esistono soluzioni. Grazie


FIPKEN

Gentile Mattia, dalle foto che ci ha inviato riteniamo si tratti di forbice inversa non grave (difetto per il quale è necessaria una profonda riflessione sull'eventualità di una futura cucciolata per la quale si sconsiglierebbe la riproduzione), ma la cucciola può comunque ricorrere a delle soluzioni ortodontiche che risolvono quasi sempre la problematica. Il prognatismo lieve, anche se costituisce difetto da eliminazione, non compromette la vita del cane e il suo benessere. La invitiamo a rivolgersi al suo veterinario per verificare la fattibilità di un intervento ortodontico, saluti.

Compila il form sottostante in ogni sua parte, riceverai risposta entro 6 ore lavorative (esclusi festivi)