La storia del cane fatto dal padrone

Sei tu che crei il Pitbull che vedi

A cura di Giovanni Mazzone

Facciamo tanti discorsi sulle selezioni e sulle linee di sangue, calcoli algebrici e ragionamenti infiniti per trovare il migliore cucciolo o la migliore cucciolata del mondo, siamo ossessionati dal cane più bello quindi il più promettente per il futuro.

Tuttavia per avere un cane bello e vincente devi pagare molto più di una cifra alta per acquistarlo, più dei soldi dovrai essere all'altezza di quel cane, disegnare il suo futuro e fare tutto quello che serve per vederlo realizzato.


Non ci crederete mai, ma quello che avete nella mente ben chiaro lo vedrete realizzato nella realtà. La fisica quantistica dimostra che i pensieri sono energie reali (vibrazioni) di una determinata frequenza che attirano eventi ed episodi della stessa frequenza. Il pensiero si traduce in energia e l'energia positiva si trasforma in realtà positiva, specificamente proiettata nei nostri obbiettivi. Amiamo il Pitbull perché dietro di lui ci sono stati uomini che avevano un sogno e hanno operato quelle scelte che a loro volta hanno attirato gli eventi che lo hanno portato ad essere quello che è, lo stesso discorso vale per tutte le scelte che hanno portato ad odiarlo.



Qualcuno penserà, ma allora se ho un Pastore Tedesco e mi concentro su di lui diventerà un Pitbull? No questo no, ma se hai capito realmente chi è un Pitbull, lavorando su un Pastore Tedesco potresti ottenere qualcosa della sua energia, del suo cuore, dei suoi muscoli, e addirittura la sua predisposizione a certi lavori. Non basta concentrarsi ovviamente, non basta la teoria, bisogna avere amore e passione del tutto sinceri e spontanei per trasformare la realtà che abbiamo avanti in quella che vorremo realizzare, possiamo quindi affermare con certezza che impegno, passione e amore sviluppano una potente energia che si materializza esattamente in quello che vogliamo.

Riportando questo principio in cinofilia confermiamo la regola per cui non basta avere un figlio di campioni, non basta avere un bel pedigree, non basta avere un bel cane, quello che serve è la voglia profonda di vedere realizzato un progetto di sviluppo e crescita per il nostro amico. Quando parlo di allevatori o preparatori di valore, parlo esattamente delle persone che hanno nella mente un obbiettivo già disegnato, uno stile proprio che deve affermarsi; in sintesi un progetto di FISICA QUANTISTICA che aspetta solo di nascere attraverso una serie di azioni che renderanno altamente probabile e reale quello che altri non considerano possibile. 

Per un allevatore in realtà questa è la più grande vittoria e il più grande titolo, trasformare un cane normale in un cane speciale, con una buona condizione fisica, felice e fiero, pulito e lucente, educato e energico, è il più grande fregio che possa sfoggiare un allevatore o un semplice possessore di cani di razza. Sono proprio i sogni di questi "pazzi" che ci hanno portato a vedere immagini sensazionali negli show di bellezza o di sport, quei sogni hanno disegnato il profilo di un cane spettacolare, un cane che ha mille caratteristiche per le quali siamo orgogliosi: per tutto questo non basta sognare dobbiamo davvero volerlo e lottare per realizzarlo. Un "Re" in sintesi non può essere solo bello, deve essere di più, non può essere gestito con insicurezza, non può avere un carattere spento, non può camminare con la testa bassa e la coda tra le gambe, non può mostrare un pelo opaco o delle malattie della pelle serie, non può essere violento con gli umani, non può sfoggiare solo odio e non può essere sovrappeso o sottopeso. Questa è la più grande verità da tenere presente per avere un cane di alto livello, il cane che avete avanti rappresenta voi e il vostro lavoro, solo in minima parte invece rappresenta la sua bellezza oggettiva. Ho visto cani mediocri diventare cani spettacolari e vincere in gare sportive e di bellezza e ho visto cani davvero bellissimi che cresciuti e gestiti male, hanno potuto dimostrare ben poco e sono stati disprezzati e scartati negli show e nello sport.

"Il cane lo fa il padrone", questo è un vecchio detto che più di tante illusioni porta dietro una verità importante. Dietro grandi risultati in cinofilia c'è il lavoro di un bravo Handler, la passione di un preparatore serio, l'amore di un allevatore professionista e tanti sacrifici, impegno e perseveranza. Non bisognerebbe mai considerare scontata la bellezza, i risultati sono la ricompensa di numerose attività ed è la dedizione che crea bellezza, anzi direi che la dedizione e l'impegno a medio e lungo termine sono bellezza!


Molti dicono che è impossibile, ma nel tempo tante cose impossibili sono diventate normalità per il sogno di gente che lo voleva. Il Pitbull usa la FISICA QUANTISTICA per mettere in moto un palcoscenico di azioni spettacolari che sognava, come un salto ad altezze improbabili per la maggior parte dei cani. Insegnare non è il suo scopo ma osservandolo puoi percepire l'effetto del sogno che ha nell'anima: ardore, impeto, perseveranza, passionalità indomita, energia e tanto altro, pronti a scoppiare se gli darai la possibilità di farlo. Dipende da ognuno di voi, mettersi in gioco con carattere, umiltà, voglia di imparare e tanto impegno è la ricetta per trasformare l'impossibile in possibile e anche in questo il Pitbull ha tanto da insegnarci.